L’ALLEVAMENTO DELLA COZZA NEL GOLFO DI OLBIA

L’allevamento delle cozze avviene sin dal 1920 in specchi acquei rilasciati in Concessione Demaniale dalla Regione Sardegna e situati a Cala Saccaia, nella costa nord-est del Golfo di Olbia.

Vi sono installati una serie di filari, distanti tra loro circa 8 mt., costituiti da doppie funi ancorate al fondo e sorrette da boe galleggianti; la distanza tra le boe è di circa 5 metri e viene detta “ventia”; in questa vengono appesi verticalmente i pergolati (grappoli di cozze lavorati).


Gli specchi acquei, assegnatici in concessione sino al 2032, hanno una superficie di circa 18 ettari, distinti in tre aree separate, con n.38 filari a doppia ventia (fune) per una lunghezza complessiva di 16.470 metri, con una capacità produttiva di raccolta di novellame autoctono di oltre 2.500 q.li. e di stoccaggio contemporaneo di prodotto lavorato di oltre 15.000 q.li. .

Disponiamo di barche da lavoro specifiche per la mitilicoltura, ottenute col riadattamento del “topo veneziano”, imbarcazione tipica della tradizione lagunare veneta, usato nelle zone meno calme, dove la vicinanza del mare rendeva la navigazione più difficoltosa per le barche a fondo piatto. Molto agile e adatto a rispondere ad esigenze di manovrabilità.

Le imbarcazioni sono opportunamente plastificate e dotate di impianti idraulici di sollevamento (bigo e nastro salpa reste) che consentono lavorazioni in mare in ogni condizione atmosferica, agevolando il lavoro degli operatori e garantendo di poter sempre raccogliere il prodotto.